LE SCARPE DA LAVORO HANNO UNA DATA DI SCADENZA?

Gentile lettore,

Lo sai che le scarpe antinfortunistiche andrebbero sostituite periodicamente?

Se le scarpe di uso comune si consumano e vanno cambiate regolarmente, immagina quanto questo sia importante nel caso di una scarpa che ti deve proteggere sul lavoro!

Le scarpe antinfortunistiche sono soggette a continue sollecitazioni ed è molto importante imparare a riconoscere i segnali di usura.

Quali sono i parametri di cui tenere conto?

  • Durata: Dipende dalla frequenza di utilizzo, dall’ambiente di lavoro, dalle sostanze con cui entrano in contatto e dall’assiduità della manutenzione fatta.
    In linea di massima, si può dire che le calzature antinfortunistiche andrebbero sostituite ogni sei mesi.
  • Manutenzione: Durante la pulizia periodica, è raccomandabile controllare le parti più a rischio: tomaia e battistrada. In modo particolare, è importante verificare che non ci siano formazioni di crepe sul battistrada e che le cuciture e i punti di contatto tra suola e tomaia siano integri.
  • Incidente sul lavoro: Se le tue scarpe hanno subito uno stress a causa di un incidente sul lavoro come lo schiacciamento parziale del puntale o la perforazione della suola, è necessario sostituire immediatamente la scarpa. Ha svolto il suo lavoro perfettamente e il suo grado di protezione futura è compromesso.
  • Qualità dei materiali: Controlla sempre la qualità dei materiali con cui la scarpa è costruita: maggiore è la qualità, minori sono i rischi di incorrere in situazioni di eventuale deterioramento anticipato dei materiali.

L’articolo del blog di questo mese vuole essere un piccolo vademecum sui parametri di controllo dello stato delle tue calzature e nella scelta di una scarpa da lavoro di qualità.

U-POWER, l’antinfortunistica al servizio del lavoratore.

FonteU-Power