News Archivi - Sicur 2000 Roma
-1
archive,category,category-news,category-21,bridge-core-2.7.9,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-26.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

News

I consigli di U-Power per avere scarpe da lavoro sempre al top La scarpa antinfortunistica rappresenta il primo dispositivo di protezione individuale per importanza e ha un ruolo fondamentale nella sicurezza del lavoratore. L’uso quotidiano delle calzature antinfortunistiche, l’ambiente e la tipologia stessa di lavoro, possono però, causarne il deterioramento precoce. Ambienti esterni, condizioni di lavoro estreme, prodotti chimici, fango o agenti corrosivi con cui si entra in contatto, sono fattori che impattano sull’efficienza tecnica delle scarpe antinfortunistiche. Per questo, è importante prendersene cura con una certa periodicità, in modo da garantire la loro efficienza. Una pulizia quotidiana, semplice e alla portata di tutti, è il modo migliore per allungare di molto la vita e l’efficienza delle nostre calzature. Ecco allora, qualche piccolo consiglio per fare durare più a lungo le nostre scarpe da lavoro: ● Usa sempre delicatezza. Soprattutto se le scarpe sono nuove, non c’è bisogno di esercitare una forte pressione! ● I nostri piedi producono calore e umidità, fattori che possono incidere sul deterioramento (oltre che sul proliferare dei batteri causa del cattivo odore della scarpa antinfortunistica. Alla fine della tua giornata lavorativa, cambia le tue scarpe, estrai le solette e fai prendere loro aria, falle asciugare. Basta lasciarle all’aria aperta, non c’è necessità (anzi!) di una fonte di calore. ● Slaccia sempre i lacci e le chiusure a strappo prima di sfilare la calzatura e utilizza un calzascarpe sia a casa che sul posto di lavoro: alleggerisce considerevolmente il carico sul contrafforte della scarpa e ne evita la deformazione precoce. ● Pulisci tutti i giorni le tue scarpe. Elimina la polvere e le incrostazioni dalla tomaia come dalla suola. Rimuovi i sassolini che si incastrano nei solchi della suola e che possono causare una progressiva erosione.  Per pulire le fessure intorno alla suola, utilizza un vecchio spazzolino. E non dimenticarti di sfruttare questo momento per controllarle anche dal punto di vista dell’usura (formazione di crepe, scollamento nell’area tra il battistrada e la tomaia, eventuali cuciture). Le scarpe in pelle possono essere pulite con un panno umido; quelle scamosciate con una spazzola morbida. Ricordati di mantenere sempre le tue scarpe asciutte. ● Tieni sempre un paio di scarpe antinfortunistiche di riserva. Soprattutto nelle giornate calde e umide, avere un secondo paio a disposizione consente alle scarpe di asciugarsi dal sudore e di ridurre i problemi legati alla sudorazione eccessiva. ● Rimuovi le macchie più facili utilizzando una spugna bagnata con dell’acqua calda. Per togliere le macchie di sporco difficili, puoi usare dell’aceto bianco in piccole dosi da applicare con un panno morbido. ● Ammorbidisci la pelle con del cotone idrofilo imbevuto di latte detergente e strofina leggermente e delicatamente la superficie. Lascia asciugare e spazzola la tomaia. ● Non usare panni bagnati sulle scarpe scamosciate. Utilizza solo spazzole con le setole in gomma non troppo rigide. Per le macchie difficili, utilizza una gomma per cancellare sfregando sulla parte interessata e, se proprio la macchia non ne vuole sapere, usa alcune gocce di aceto strofinando delicatamente con un panno di spugna. Se hai a che fare con delle macchie di olio, allora è meglio utilizzare del cotone idrofilo imbevuto di latte intero. ● Evita l’utilizzo di detergenti aggressivi per rimuovere lo sporco o le macchie. ● Se usi le scarpe da lavoro in ambienti difficili o umidi, usa un grasso per scarpe/pelle: si conserveranno a lungo flessibili e impermeabili. Ingrassale regolarmente, soprattutto nei mesi invernali, quando le scarpe sono esposte a neve e fango. ● Non fare asciugare le scarpe vicino a fonti di calore o sotto i raggi solari onde evitare la formazione di aloni ma anche per scongiurare che si secchino e si formino crepe. ● Non lavare le scarpe antinfortunistiche in lavatrice, a meno che questo non sia chiaramente specificata questa possibilità. ● Utilizza le tue scarpe con regolarità. I prodotti realizzati con il PU hanno la caratteristica di essere leggeri, durevoli, ammortizzanti e molto comodi ma questo materiale invecchia nel tempo e il processo di degenerazione accelera in caso di inutilizzo. Una corretta cura delle scarpe antinfortunistiche non è solo una questione di estetica e di igiene ma, molto più banalmente, una questione di sicurezza e di efficacia dello Standard di Protezione. Lo spieghiamo con qualche esempio: - Una suola antiscivolo, per essere funzionale, deve garantire un’ottima aderenza. La presenza di eventuali detriti e di sporco sotto la suola o tra i solchi della stessa potrebbe ridurne il grip e l’efficacia. - Durante un lavoro notturno o in condizioni di scarsa luminosità, la presenza di elementi riflettenti sulla scarpa, di inserti atti ad aumentarne la visibilità, è essenziale. Se questi sono sporchi o coperti, non possono adempiere al loro scopo e questo potrebbe mettere a rischio il lavoratore. - Durante il lavoro le scarpe possono entrare in contatto con sostanze in grado di corrodere i materiali e consumarli, velocizzandone l’usura. Rimuovere lo sporco può allungare la vita utile della calzatura. I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio! Fonte: U-Power...

Si comunica che dal 12 al 25 Agosto il negozio rimarrà chiuso per le Ferie Estive. Si comunica inoltre che il Sabato saremo sempre chiusi. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Auguriamo a tutti i nostri clienti Buone Ferie....

Il testimonial più amato dal pubblico femminile indossa ancora una volta i capi Giblor’s che più gli piacciono e ci porta a spasso per le vie del quartiere milanese che ospita il suo Food Loft.   Una passeggiata di stile che si conclude come sempre ai fornelli, per poi finire con uno scatto su Instagram. Giacche, pantaloni e calzature in primo piano, ma anche dettagli e ricami non passano inosservati. A grande richiesta Simone Rugiati ritorna a fare da modello per la collezione Chef 2019 Simone veste i capi Giblor’s con naturalezza e ne valorizza al massimo la vestibilità e la bellezza. Una nuova occasione di grande visibilità per il nostro brand, il cui successo sui social si conferma in ascesa.   ...

Quando ti prepari all’acquisto di un nuovo paio di scarpe da lavoro, come effettui la scelta della calzatura? Sei sicuro di adottare i parametri corretti per la selezione del modello che più si confà alle tue esigenze? Ad ogni professione la giusta calzatura da lavoro! I parametri di cui tenere conto sono principalmente 4: Standard di sicurezza: in base alle prestazioni lavorative che sei chiamato a svolgere avrai bisogno di uno specifico standard di sicurezza in ottemperanza alle norme di sicurezza EN ISO 20345:2011; Stagionalità: Seleziona la calzatura giusta in base alla stagione. Controlla che il modello che scegli sia adatto al periodo climatico che ti interessa. Esistono modelli 4 stagioni e modelli specificiestivi e/o invernali; Comfort: In base al tipo di lavoro che sei chiamato a fare, avrai bisogno di scarpe che siano in grado di garantirti il giusto grado di confortevolezza in termini di benessere del piede, di traspirazione e di prestazione. Tecnologia: Controlla sempre le tecnologie utilizzate per la calzatura che ti proponi di acquistare. Esistono tecnologie in grado di restituirti energia ad ogni passo, come Infinergy e Red Up; così come tecnologie in grado di aiutarti quando sei chiamato a lavorare per molte ore in piedi, comeRed Carpet. L’articolo del blog di questo mese vuole essere un valido aiuto per assisterti nella scelta della tua calzatura di lavoro. U-POWER, Qualità e Tecnologia al tuo servizio. Fonte: U-Power...

La tutela del lavoratore è un obbligo imprescindibile e l’abbigliamento antinfortunistico è un mezzo indispensabile per la tua protezione. Indossare gli indumenti da lavoro giusti è fondamentale per garantire la sicurezza sul lavoro e deve essere una priorità imprescindibile. Ogni volta che sei chiamato a esercitare le tue mansioni in condizioni di scarsa visibilità, di notte, su strada e nelle vicinanze di veicoli motorizzati è necessario indossare abiti da lavoro in grado di identificarti subito, da qualsiasi angolazione, dando immediatamente la percezione della tua presenza. U-POWER ha ideato HI-LIGHT, una linea di abbigliamento Alta Visibilità adatta a tutti coloro che sono chiamati a operare in situazione di rischio e in condizione di scarsa visibilità: Conforme a tutti i requisiti richiesti di sicurezza previsti dalla normativa UNI EN 20471:2017 Che prevede una gamma completa di: giacche, bomber, Parka, Gilet imbottiti e non, Pantaloni, Jeans, T-shirt, Polo a manica lunga e a manica corta, Completo giacca + pantalone; Che assicura ottima vestibilità, praticità, comodità e varietà di colore; Che utilizza solo tecnologie avanzate dei materiali, come il tessuto Soft Shell impiegato nel modello MIKY. Se sei alla ricerca di un abbigliamento da lavoro di qualità, vai sul sicuro: Fonte: U-Power...

Gentile lettore, Lo sai che le scarpe antinfortunistiche andrebbero sostituite periodicamente? Se le scarpe di uso comune si consumano e vanno cambiate regolarmente, immagina quanto questo sia importante nel caso di una scarpa che ti deve proteggere sul lavoro! Le scarpe antinfortunistiche sono soggette a continue sollecitazioni ed è molto importante imparare a riconoscere i segnali di usura. Quali sono i parametri di cui tenere conto? Durata: Dipende dalla frequenza di utilizzo, dall’ambiente di lavoro, dalle sostanze con cui entrano in contatto e dall’assiduità della manutenzione fatta. In linea di massima, si può dire che le calzature antinfortunistiche andrebbero sostituite ogni sei mesi. Manutenzione: Durante la pulizia periodica, è raccomandabile controllare le parti più a rischio: tomaia e battistrada. In modo particolare, è importante verificare che non ci siano formazioni di crepe sul battistrada e che le cuciture e i punti di contatto tra suola e tomaia siano integri. Incidente sul lavoro: Se le tue scarpe hanno subito uno stress a causa di un incidente sul lavoro come lo schiacciamento parziale del puntale o la perforazione della suola, è necessario sostituire immediatamente la scarpa. Ha svolto il suo lavoro perfettamente e il suo grado di protezione futura è compromesso. Qualità dei materiali: Controlla sempre la qualità dei materiali con cui la scarpa è costruita: maggiore è la qualità, minori sono i rischi di incorrere in situazioni di eventuale deterioramento anticipato dei materiali. L’articolo del blog di questo mese vuole essere un piccolo vademecum sui parametri di controllo dello stato delle tue calzature e nella scelta di una scarpa da lavoro di qualità. U-POWER, l’antinfortunistica al servizio del lavoratore. Fonte: U-Power...